Golden Rules

Prendi ispirazione per inviarci le tue foto! Puoi inviarcene fino a 5.
Per muoversi in sicurezza basta seguire semplici e valide regole. Scopri tutto quello che serve e non serve fare. Ecco le 10 Golden Rules!

Partecipa al concorso!

Rispetta il Codice della strada

Non serve tatuarselo, basta tenerlo a mente!
Quando guidi mantieni la distanza di sicurezza e rispetta la segnaletica. Bisogna conoscere e seguire le regole del Codice della strada, che sono state scritte a tutela di tutti. Trovi le norme di comportamento, le disposizioni generali sulle strade, la classificazione dei veicoli, i dettagli sui limiti di velocità e le sanzioni in caso di infrazione.

Indossa il casco

Non serve essere quarterback!
Per legge il casco deve essere della taglia corretta e omologato in modo da proteggere la testa in caso di incidente. Si tratta di un dispositivo salvavita che, durante la marcia, sia i conducenti sia gli eventuali passeggeri di ciclomotori e motoveicoli devono indossare e tenere regolarmente allacciato. È buona abitudine indossarlo anche in bicicletta, dotata degli altri accessori per la sicurezza.

Controlla i pneumatici

Non servono camice e stetoscopio.
Fai un regolare controllo dei pneumatici. Misurane la pressione, compresa quella della ruota di scorta, almeno una volta al mese e comunque prima di ogni lungo viaggio. Eviterai un consumo eccessivo di carburante e l’usura precoce del battistrada. Ricorda che i pneumatici sono l’unico punto di contatto fra il veicolo e la strada, da loro dipende la tua sicurezza e quella Non è del veicolo.

Proteggi i bambini a bordo

Non servono l’elmo e lo scudo.
I bambini sono protetti se allacciati come gli adulti con la cintura di sicurezza. Quando sono troppo piccoli, cioè di statura inferiore a 1,50 metri, è necessario farli sedere e assicurarli con le cinture degli appositi seggiolini, omologati e adeguati al loro peso. I seggiolini vanno montati a bordo seguendo attentamente le istruzioni, in modo che siano fissati in sicurezza. Il posto migliore è al centro del sedile posteriore.

Allaccia la cintura di sicurezza

Non ne servono troppe.
Prima di partire ricordati di allacciare sempre la cintura di sicurezza e farla allacciare a tutti i passeggeri. È uno dei più importanti meccanismi di protezione per chi si trova all’interno dell’auto, sia ad alta che a bassa velocità. Infatti, riduce il rischio che il guidatore e i passeggeri si feriscano o vengano sbalzati fuori al momento dell’impatto. Se non trattenuti, i corpi continuerebbero a muoversi in avanti e andrebbero contro il volante, il cruscotto e il parabrezza, o anche fuori dall’auto.

Guida solo se sei lucido

Non serve disidratarsi.
Anzi, bevila, l’acqua! Se hai preso altro, invece, chiama un parente, un amico o un taxi per tornare a casa. La normativa italiana attuale stabilisce come valore limite legale il tasso di alcolemia di 0,5 g/litro: guidare un veicolo oltre questo limite, e quindi in stato di ebbrezza, costituisce un pericolo e un reato. In caso di trasgressione di questa legge, gli articoli 186 e 186 bis del Codice della strada prevedono la perdita di 10 punti della patente e severe sanzioni.

Non usare il cellulare alla guida

Non serve farne una tragedia.
Quando sei al volante evita di rispondere al telefono o chattare per non mettere in pericolo te stesso e gli altri. La distrazione è la prima causa di incidenti su strada. È stato calcolato che rispondere al telefono fa distrarre per 2,1 secondi, che equivale a percorrere 29 metri a occhi chiusi se si viaggia a 50 km/h, che diventano 70 se si viaggia a velocità più sostenuta in autostrada. In queste condizioni nessuno è in grado di gestire un imprevisto!

Rispetta i limiti di velocità

Non serve andare a passo d’uomo.
Viaggiare entro i limiti di velocità è un’importante misura preventiva nella riduzione del rischio di essere coinvolti in un incidente stradale. Una riduzione del 5% della velocità quando si guida può ridurre del 30% il numero degli incidenti. L’eccesso di velocità risulta comunque l’infrazione maggiormente diffusa tra le violazioni del codice della strada. Esiste anche il limite minimo di velocità e, dove non è fissato, vige comunque l’obbligo di guidare a una velocità adeguata per non essere di pericolo o intralcio.

Fermati se sei stanco

Non serve che la macchina diventi il tuo letto.
Se ti senti stanco fermati per una pausa: meglio arrivare tardi che non arrivare proprio. I rischi legati alla stanchezza al volante sono spesso sottovalutati, ma un incidente stradale su cinque è dovuto proprio a colpi di sonno. Se ti senti le palpebre pesanti, hai difficoltà a mantenere la concentrazione, sbadigli spesso o manifesti altri sintomi legati alla stanchezza, fermati, non rischiare.

Sii cortese e rispettoso

Non serve trasformarsi in figlio dei fiori.
Rispettare gli altri conducenti e i pedoni significa mantenere una condotta civile in ogni circostanza. Se sei alla guida di un veicolo, oltre a rispettare le norme specifiche della circolazione, devi tenere un rapporto corretto e tollerante verso gli altri utenti della strada. Per legge il conducente ha l’obbligo di comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale.